Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

San Biagio a Ostuni

Domenica, 17 Marzo, 2013 - 08:00

17 Marzo 2013

San Biagio a Ostuni

Treno + Bici a cura di RUOTALIBERA Bari.

 

ORARI

  • Raduno ore 9.20 Stazione Centrale, Piazza Moro, Bari
  • Partenza da Bari ore 9.40 con arrivo a Ostuni ore 10.34.
  • Rientro in treno da Cisternino alle 16.18 , con arrivo a Bari alle 17.10.

ISCRIZIONI

Si effettuano il giorno 12 marzo presso la sede in Via De Nittis , n. 42 (20.30-22.00). Il costo, comprensivo dell'assicurazione,  dei biglietti e dell'ingresso a S. Biagio è di Euro 15 per i soci e di Euro 20 per i non soci alla prima escursione. Chi ne ha già fruito, dovrà tesserarsi.

Capogita: Antonio Rotolo (347-4946958) Francesca Cavicchia (348-9261553).

NOTE TECNICHE

  • Lunghezza del percorso in bicicletta: 40 KM. Difficoltà: medio/alta
  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti. Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza..
  • Ognuno per sé e tutti per il capogita.
  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.
  • Ricordate che il buon senso impone l’uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.
  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.
  • L’itinerario è a cura dell’associazione RUOTALIBERA Bari, in collaborazione con l’Ufficio Trasporto Regionale di Bari..

ITINERARIO

 

   Partendo dalla stazione di Ostuni (il caffè lo prendiamo a Bari!!!) ci arrampicheremo fino a 300 metri di altitudine per raggiungere la strada detta dei Colli che domina la vallata e dove si potranno ammirare panorami unici e molto suggestivi.

   Proprio su questa strada, all’interno di una proprietà privata, andremo a visitare la chiesa rupestre di San Biagio, oggi purtroppo in avanzato stato di degrado.

   Le origini della chiesa rupestre, laura (dal greco “laùra” grotta dove i monaci si ritiravano, una volta compiuti i doveri comuni) cenobitica (dal greco coinòs bìos: vita in comune) basiliana risale al XII secolo. Il cenobio basiliano, formato da qualche decina di monaci, fu centro di preghiera e di penitenza, d'apostolato e di lavoro per uomini che dovevano mettere — questo era il fatto nuovo — al servizio degli altri (anche di coloro che vivevano nel mondo, specie i bisognosi) il frutto delle particolari esperienze spirituali fatte nel chiostro. Il modesto complesso abitativo adiacente, sede dell'oblato (o custode), sempre del XII secolo, furono abitati da alcuni oblati basiliani che dai vescovi di Ostuni ottennero i terreni circostanti, gli animali ed il sostegno economico per intraprendere le loro attività.

   Subito dopo la visita faremo un tratto di strada chiamata “le montagne russe”, un sali e scendi da fare tutto di un fiato, per poi incamminarci verso Cisternino, trovare un posto dove consumare il nostro solito frugale pranzo e scendere alla volta della stazione dove ci aspetterà il treno per riportarci a Bari.

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon sanbiagio2013.doc29 KB