Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

La Cattedrale di Troia

Domenica, 11 Aprile, 2010 - 00:00 a 23:59

11 aprile 2010

La Cattedrale di Troia

Treno + Bici a cura di RUOTALIBERA Bari

ORARI

  • Raduno ore 7.15 Stazione Centrale, Piazza Moro, Bari
  • Partenza da Bari ore 7.45 con arrivo a Foggia alle ore 9.25.
  • Rientro in treno da Foggia alle 16.15 con arrivo a Bari alle 17.58.

ISCRIZIONI

Si effettuano il 6 aprile presso la sede in Via De Nittis , n. 42 (20.30-22.00). Il costo, comprensivo dell'assicurazione e dei biglietti ferroviari, è di Euro 18 per i soci e di Euro 23 per i non soci alla prima escursione.

Capogita: Tinelli (338-3118834)

NOTE TECNICHE

  • Lunghezza del percorso in bicicletta: 50 KM. Difficoltà: media
  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti.Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza.
  • Colazione rigorosamente a sacco. Ognuno per sé e tutti per il capogita.
  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.
  • Ricordate che il buon senso impone l'uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.
  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.
  • L’itinerario è a cura dell’associazione RUOTALIBERA Bari, in collaborazione con l'Ufficio Trasporto Regionale di Bari.

 

ITINERARIO

Rinviando a momenti migliori la visita di Accadia, il nostro appuntamento con l’Appennino Dauno ci porta verso Troia. Si perdono nel IV millennio a.C. le prime notizie sull’esistenza di questa cittadina che, per la sua strategica posizione è sempre stata al centro della storia prima come insediamento magno-greco, poi come la potente Aecae romana; distrutta una prima volta nel 663 rinacque come Troia nel 1019 per essere nuovamente rasa al suola da Federico II nel 1229. Risorta con gli aragonesi, si schierò con gli spagnoli contro i francesi ricevendone pubblico encomio da Carlo V che la gratificò di un nuovo stemma. Massimo monumento della città è la Cattedrale in stile romanico-troiano, che vanta il più bel rosone di Puglia, e non solo. Si tratta di un vero e proprio ricamo in calcare suddiviso in 11 campi da altrettante colonnine con capitelli corinzi su cui si impostano archi a semicerchio che, incrociandosi, formano ogive arabesche e spazi triangolari. Tutti gli spazi, poi, racchiudono veri e propri merletti di pietra tutti diversi fra di loro.

Il giusto compenso di una frugale colazione, ci rimetterà in forze per affrontare la lunga…….discesa fino a Foggia.

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon Troia.doc26 KB