Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

"BIMBIMBICI" A BARI, UN SUCCESSO ANNUNCIATO

DIVERTENTE PER I PIU' PICCOLI ANCHE IL BICI-BUS DA POGGIOFRANCO A PIAZZA DEL FERRARESE E RITORNO

IL PERCORSO DELLA MANIFESTAZIONE TROPPO BREVE: TUTTI AVREBBERO VOLUTO PEDALARE ANCORA.

 

"Bimbimbici è ossigeno per noi!". Cosi possono essere sintetizzati i commenti di molti genitori che ogni anno aspettano "Bimbimbici", l'unica manifestazione appositamente dedicata nel capoluogo pugliese ai bambini in bicicletta, che si è tenuta per l'ottavo anno, oggi domenica 13 maggio, per iniziativa dell'Associazione di ciclisti urbani "Fiab Ruotalibera Bari", col patrocinio del Presidente della Regione Puglia, dall'ARPA Puglia e dal Comune di Bari. Determinante la collaborazione personale dell'Assessore al traffico, Antonio Decaro, che si è reso disponibile come sempre per risolvere tanti piccoli grandi problemi organizzativi e che, per l'occasione, è arrivato in orario in Piazza del Ferrarese, da Torre a Mare, direttamente in bicicletta accompagnato da un gruppetto di fedelissimi amici ciclisti.

 

Fin dalle 8,30 i primi bambini hanno fatto la coda per fare le iscrizioni. Tre euro la quota di partecipazione che dava diritto a una serie di gadget, tra cui un simpatico braccialetto rifrangente. Un euro della quota di iscrizione invece era destinato alla Campagna "TOGO by bike", finalizzata all'acquisto di biciclette per un villaggio del Togo, in Africa, dove di fatto non esistono altri mezzi di trasporto per la quasi totalità della popolazione, ed alla formazione di addetti locali alla riparazione di biciclette.

 

Alle 10 del mattino il sole forte ha reso più impaziente l'attesa. Traboccanti di bicicletta Piazza del Ferrarese e il tratto di strada dell'incrocio tra lungomare e Corso Vittorio Emanuele. Bambini e genitori hanno iniziato a scampanellare. Quindi la partenza. In testa al corteo di ciclisti i soci di Ruotalibera Bari, riconoscibili dalle casacchine arancioni, guidate dal presidente Roccaldo Tinelli, hanno guidato i partecipanti lungo C.so Vittorio Emanuele, Piazza Massari, Castello Svevo, Lungomare Imperatore Augusto, Margherita fino al ponte Di Vagno e ritorno in Piazza del Ferraresere. Dopo neanche 40 minuti, pause comprese, l'arrivo e il termine di una pedalata. Quasi 4 Km in poco più di mezz'ora. Da un lato a riprova che in bici si potrebbe andare tutti i i giorni a scuola o in ufficio e non in auto o in motorino, visto che secondo i dati ISFORT il 15% dei tragitti urbani non supera 1 Km e il 40% è tra 1 e i 2 K. Dall'altro a chiedere di continuare ancora: un anno di attesa per un percorso troppo breve. Ora bisogna aspettare il 2008.

 

Divertente per una ventina di bambini il bici-bus, sperimentato per la prima volta a Bari grazie all'inziativa di una socia fondatrice di Ruotalibera, Paola Smacchia, oggi mamma di due bambini. Che, dalla scuola elementare Tauro di Poggiofranco a Piazza del Ferrarese, insieme ad altre giovani mamme giustamente preoccupate su come raggiungere in bicicletta il luogo della partenza di Bimbimbici con i loro figli, hanno pensato bene di sperimentare il primo "Bici-bus" barese. Hanno organizzato quindi un raduno di bambini e genitori, tutti in bicicletta, alle 8,30 e poi hanno pedalato tutti insieme facendo "salire" lungo il percorso altri amichetti in bicicletta.

 

Ma la più triste constatazione per i soci di Ruotalibera Bari è stato aver constatato, nei contatti preliminari con le scuole, che molti bambini a quella ètà non sanno ancora andare in bicicletta. E forse molti non impareranno mai. Mancano gli spazi, le occasioni e spesso il tempo dei loro genitori, spesso impossibilitati a seguirli per insegnare loro ad andare in bici nel traffico urbano. Questo dato dovrebbe essere sufficiente per sensibilizzare tutte le Istituzioni, comprese quelle scolastiche, che si occupando di sicurezza stradale e di educazione alla mobilità, ad applicare la norma del codice della strada che rende obbligatorio i programmi nelle scuole di educazione all'uso della bicicletta. Altro che educazione stradale fatta portanto i bambini in "parchi del traffico"!

 

Ruotalibera Bari, da parte sua, svolge attività scolastiche: teoria e pratica della bicicletta a cura del Vicepresidente Luciano Dell'Aquila. Dopo incontri presso l'ex Bianchi Dottula e la scuole media Massari - Galilei, ora è la volta di attività presso l'industriale Panetti (all'interno del progetto "Crea il tuo percorso") e la scuola media dell'Istituto Margherita