Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

Il parco archeologico di Egnazia

Domenica, 4 Marzo, 2018 - 07:30

a cura di Fiab Bari RUOTALIBERA

 

ORARI

  • Raduno ore 7.30 Stazione Trenitalia, P.za Moro, Bari

  • Partenza da Bari ore 7.45 con arrivo a Fasano ore 8.31

  • Rientro in bici da Egnazia con arrivo a Bari verso le ore 17.00.

 

ISCRIZIONI

Si effettuano il 27 febbraio presso la sede di Via De Nittis, n. 42 (20.30-22.00). Il costo dell’escursione, comprensivo di biglietti treno ed assicurazione, è di € 7 per i soci e per i non soci alla prima escursione.

Capogita: Roccaldo Tinelli ( 338-3118834 )

 

NOTE TECNICHE

  • Lunghezza del percorso in bicicletta: 75 KM Difficoltà: bassa

  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti. Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza.

  • Ognuno per sé e tutti per il capogita.

  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.

  • Ricordate che il buon senso impone l’uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.

  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.

  • L’itinerario è a cura dell’associazione Fiab Bari RUOTALIBERA, in collaborazione con l’Ufficio Trasporto Regionale di Puglia.

 

ITINERARIO

La riapertura della “Tomba delle melegrane” è l’occasione di riscoprire uno dei siti archeologici più vasti eppure meno noti del Sud Italia. 

Dal primo febbraio è visitabile presso Fasano (Brindisi) la 'Tomba delle melegrane", la tomba a camera messapica(IV-III secolo a.C.) scoperta nel 1971 durante la costruzione del museo nazionale e parco archeologico di Egnazia e inglobata nelle fondazioni dell'edificio. Si tratta di una delle poche tombe monumentali che conservi le porte monolitiche in pietra, in questo caso ancora ruotanti sui cardini. Le pareti sono interamente affrescate e decorate da motivi policromi di tipo architettonico e vegetale, fra cui rami d'edera e melegrane (da qui il nome).

Il primo insediamento risale all’Età del Bronzo (XV secolo a.C.). Abitata dai Messapi a partire dall’VIII secolo a.C., la città entra a far parte prima della Repubblica e poi dell’Impero romano fino alla sua decadenza nel Medioevo.

Per salvaguardare gli affreschi le visite sono contingentate: massimo 7 persone ogni 15 minuti.  Scenderemo quindi a Fasano per essere al museo fra i primi e accedere alla Tomba. Terminata la visita, colazione a Savelletri prima di ripartire per Bari in tempo per votare.

Iscriviti a Fiab Bari RUOTALIBERA!

Sei sempre in tempo.

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon egnatia_2018.doc32 KB