Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

Bisceglie – Casale di Pacciano

Domenica, 28 Gennaio, 2018 - 08:00

a cura di Fiab Bari RUOTALIBERA

 

ORARI

  • Raduno ore 8.00 Stazione Centrale, P.za Moro, Bari

  • Partenza da Bari ore 8.18 con arrivo a Molfetta alle ore 8,47

  • Rientro in bici, con arrivo a Bari verso le ore 16,00.

 

ISCRIZIONI

Si effettuano il 23 gennaio in associazione (Via De Nittis 42). Il costo, comprensivo di assicurazione, treno e visita guidata è di Euro 8.00 per i soci e per i non soci alla prima escursione.

Capogita: Roccaldo Tinelli (338.3118834)

 

NOTE TECNICHE

 

  • Lunghezza del percorso in bicicletta: 70 Km Difficoltà: bassa

  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti. Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza.

  • Ognuno per sé e tutti per il capogita.

  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.

  • Ricordate che il buon senso impone l’uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.

  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.

  • L’itinerario è a cura dell’associazione Fiab Bari RUOTALIBERA con la collaborazione dell’Ufficio Trasporto Locale di Bari di Trenitalia.

 

ITINERARIO

 

Il Casale di Pacciano è uno dei primi Casali di cui si ha traccia, citato per la prima volta come Papianus super Trane, in un diploma di concessione del 789, in cui si fa riferimento ad alcune case rurali appartenenti a dei servi palatini, e ad un certo Guaderisio longobardo. Il Casale sorge lungo un asse viario che univa le città di Ruvo e Trani (da cui super Trane). L’inizio dello spopolamento lo si può dedurre da un diploma di concessione del Vescovo Dumnello del 1074, in cui il Vescovo concede ai neo immigrati casalini la Chiesa di S. Adoeno, in cui trasferire il culto del loro protettore S. Giovanni Ev. All'interno del Casale vi è la Chiesa di Ognissanti risalente all'XI secolo, e alcune fabbriche ad uso abitativo. A circa 100 m si può scorgere la Chiesa di S. Angelo.

Il nome Pacciano potrebbe indicare la proprietà del Casale (Papianus, proprietà di Papius), o dal greco, papas (sacerdote) ano (al di sopra), rappresentare un luogo in cui vi era un'autorità religiosa e legislativa; ipotesi avvalorata, nel diploma di concessione del Vesc. Dumnello, dal nome Priminiano, che in latino significa "stare al di sopra", quindi un'entità avente potere superiore ad altri Casali.

Dopo il restauro il Casale è stato affidato all'Assoc.ne Trekking Astrofili Physis, presieduta dal signor Giuseppe Troilo, con l'obiettivo di farne un osservatorio astronomico. Al termine raggiungeremo la chiesa di Sant’Adoeno.

Quindi frugale colazione, un caffè magari con pastarella, prima di ripartire in bici per Bari.

Iscriviti a FIAB Bari RUOTALIBERA.

Sei sempre in tempo !!

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon bisceglie_2018.doc35 KB