Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

Il museo dell'emigrazione

Mercoledì, 6 Gennaio, 2016 - 08:30

Bici in famiglia a cura di Fiab Bari RUOTALIBERA

 

ORARI

  • Raduno ore 8.30 Parco 2 Giugno, V.le Einaudi, Bari
  • Partenza da Bari ore 8.45
  • Rientro in bici, con arrivo a Bari verso le ore 14,00.

 

ISCRIZIONI

 

Si effettuano il 6 gennaio al punto del raduno. Il costo, comprensivo di assicurazione, è di Euro 3.00 per i soci e, a titolo promozionale, anche per i non soci alla prima escursione.

Capogita: Roccaldo Tinelli (338.3118834)

 

NOTE TECNICHE

 

Lunghezza del percorso in bicicletta: 50 KM Difficoltà: bassa

  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti. Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza.
  • Ognuno per sé e tutti per il capogita.
  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.
  • Ricordate che il buon senso impone l’uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.
  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.
  • L’itinerario è a cura dell’associazione Fiab Bari RUOTALIBERA.

 

ITINERARIO

 

Rompiamo la tradizione quest'anno, e invece di recarci al Santuario del Beato Giacomo di Bitetto, andremo in tutt'altra direzione; punteremo a sud per raggiungere Mola di Bari.
Qui, ci aspetta il Laboratorio - Museo dell'Emigrazione del Sud Est Barese, allestito nel Castello aragonese, che potremo visitare in occasione di questa apertura straordinaria prevista per il periodo festivo.
Il Laboratorio dell’emigrazione è promotore, sul territorio dei sei Comuni del GAL SEB (Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Conversano, Mola di Bari, Noicattaro e Rutigliano), di iniziative finalizzate a recuperare il legame storico e culturale tra le comunità locali ed il fenomeno migratorio che le ha riguardate, con la prospettiva di costruire un ponte con le comunità emigrate
Il percorso, come ben sapete, si svilupperà interamente lungo la litoranea e non presenta difficoltà altimetriche; ottimo per ricominciare e smaltire qualche eccesso di troppo.
Ritorno a Bari sulla stessa viabilità.

Iscriviti a Fiab Bari Ruotalibera.

E' il momento giusto!!

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon museo_immigrazione_mola.doc32 KB