Fiab Bari Ruotalibera aderisce a
FIAB Federazione italiana amici della bicicletta ECF European Cyclists' federation

Giornata FAI d’Autunno

Domenica, 15 Ottobre, 2017 - 08:30

a cura di Fiab Bari RUOTALIBERA

 

ORARI

  • Raduno ore 8.30 Parco 2 Giugno, V.le Einaudi, Bari

  • Partenza da Bari ore 8.45 con arrivo a Giovinazzo ore 10.30 circa

  • Rientro da Giovinazzo alle 12.30, con arrivo a Bari per le 14.00 circa

 

ISCRIZIONI

Si effettuano il 10 ottobre presso la sede di Via De Nittis, n. 42 (20.30-22.00).

Il contributo per l’escursione, comprensivo di assicurazione e contributo FAI, è di Euro 6 per i soci e i non soci alla prima escursione.

Capogita: Gianluca Cascarano (340 3369358).

 

NOTE TECNICHE

  • Lunghezza del percorso in bicicletta: 50 KM Difficoltà: bassa

  • E’ obbligatorio partecipare con biciclette in buona condizione, dotate di cambio e freni efficienti. Controllate la vostra bici in anticipo, munitevi di almeno una camera d’aria di riserva e del necessario per le riparazioni d’urgenza.

  • Ognuno per sé e tutti per il capogita.

  • E’ consigliabile munirsi di mantellina per la pioggia e di un cambio di riserva.

  • Ricordate che il buon senso impone l’uso del casco e che il viaggiare in bici non ci esime dal rispetto del codice della strada. Inoltre va rispettato il regolamento di gita.

  • L’associazione non si assume alcuna responsabilità per incidenti e danni a persone o cose che dovessero verificarsi nel corso della giornata. L’iscrizione costituisce autodenuncia di buone condizioni fisiche e mentali.

  • L’itinerario è a cura dell’associazione Fiab Bari RUOTALIBERA.

 

ITINERARIO

 

Visto il grande successo delle giornate di primavera, il FAI raddoppia il suo impegno istituendo da quest’anno anche la Giornata FAI d’Autunno che noi onoreremo con una visita al Dolmen di Giovinazzo, il più grande e meglio conservato d’Italia.

Il Dolmen di San Silvestro, scoperto casualmente nel 1961 in occasione della demolizione di un cumulo di pietre "Specchia Scalfanario", costituisce uno dei monumenti funerari riservato alla sepoltura di gruppi tra i più completi esemplari di architettura megalitica del II millennio a.C. Molto probabilmente fu realizzato da una comunità che occupava stabilmente il basso promontorio costiero attualmente occupato dal centro di Giovinazzo. All'interno del tumulo si sviluppa un lungo vano a galleria con andamento nord-sud, eretto con l'impiego di lastroni infissi verticalmente nel terreno e coperti da lastroni analoghi posti in orizzontale. L'area archeologica, immersa in un bosco di ulivi e carrubi, di proprietà demaniale, è stata oggetto nel 2016/17 di un intervento di valorizzazione, per il miglioramento delle condizioni di conservazione del monumento e di accessibilità e fruizione al sito. La gestione dell’area oggi è condivisa da un protocollo siglato tra Soprintendenza e Comune. Percorso piatto e privo di difficoltà altimetriche.

Iscriviti a Fiab Bari Ruotalibera per il 2018!!

AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon fai_giornate_dautunno.doc40 KB